Realizzando una pipa

Le mie pipe sono realizzate in maniera totalmente artigianale. Anche la tornitura è realizzata a mano libera con l’ausilio di un tornio da legno.
Tutto ha inizio con la scelta della placca, che sbianco per vedere la venatura e decidere che pipa realizzare per poterla sfruttare al meglio.
Quindi squadro la placca, progetto le forature e le linee generali per poi passare alla sega a nastro per tagliarla.
Al tornio parallelo imposto il bocchino ed al tornio da legno inizio a tornire il cannello e a forare la mortasa.
Realizzo il tenone del bocchino dal pieno basandomi sulla misura effettiva della mortasa. A questo punto monto la barra del bocchino sulla pipa e finisco di tornire la stessa.
Con la sega a nastro taglio le eccedenze della radica ed inizio a sbozzare la pipa a mano libera con una levigatrice a disco.
Una volta finita una prima sbozzatura passo alla lavorazione del dente e del bocchino, utilizzando lime di grana sempre più fine, prestando particolare attenzione alla forma e allo spessore del dente e alla profondità del passaggio fumo
Impostato il bocchino rifinisco le linee generali usando platorelli, lime e carta abrasiva. In ogni passaggio cerco di dare sinuosità alla pipa.
Terminate le linee si iniziano i finissaggi: a seconda della richiesta o della radica usata decido se realizzare una pipa liscia, sabbiata o spingermi oltre realizzando una Deep Blasted, una particolare sabbiatura che mette estremamente in evidenza la tramatura della radica.
La pipa ora è quasi pronta, mancano solo i punzoni e una lucidatura finale.